Quattro chiacchiere in cucina

Uova di drago

La cosa più bella della mia infanzia è stata crescere in una città multietnica come Bombay. Ogni secondo giorno era una festa per qualcuno, che ovviamente divideva gioia e tavola con gli altri.

Al mio arrivo in Italia ho notato quello viene  ironicamente definito come una delle differenze tra l’America e l’Italia. Il primo paese ha mille chiese e una salsa, mentre l’Italia spicca per le sue mille salse e una chiesa. Allora (stiamo parlando della fine degli anni ottanta) non c’erano molti stranieri e mi sono sentita spaesata senza la quotidiana diversità di credo, cucina e codici linguistici alla quale ero abituata.

Qualche giorno fa, per il capodanno cinese, la mia amica pittrice Qing Yue ha invitato un gruppo di amici a cena. Ci ha preparato un tripudio di piatti tradizionali benauguranti: involtini primavera, gnocchetti dolci … spiegandoci   il significato e la dinamicità dell’anno del dragone, un tempo di grandi cambiamenti secondo i cinesi.

Sarà vero? Troppo sazia per riflettere sull’argomento, guardando cuoca e commesali – gente da tutte le parti del mondo che chiacchieravano allegramente in italiano – non ho potuto non constatare un piacevole cambiamento: la mia Italia sta finalmente assumendo un ricco sapore internazionale. E, egoisticamente parlando, sono tornate le mille opportunità di mangiare tante leccornie!

Qing Yue ci ha preparato delle deliziose Uova di Drago di grande effetto e facilissime da fare – ecco la ricetta:

Ingredienti: un uovo a persona, del tè nero, un cucchaino di un insieme di cinque spezie (cannella, finocchio, anice stellata, pepe e cardamomo)

Preparazione: Cucinare delle uova sode in una pentola. A fine cottura, pichiettare la scorza per permettere di ottenere l’effetto marmorizato finale. Immergere le uova sode con tutta la scorza in una pentola di tè molto scuro e aggiungere le spezie. Bollire per almeno un’ora. Sbucciare e servire fredde con una salsa di soia.

Annunci

2 thoughts on “Uova di drago

  1. ciao, sono capitato qui perchè nella mia azienda si favoleggia di una mitica cena di lavoro in Cina a base di uova di drago che ha costretto tutti sulla tazza del water per alcune ore. Se permetti non credo che si debba essere dei gourmet per capire che cuocere le uova per almeno un’ ora sia pura e semplice follia. Buona invece l’ idea dell’ effetto marmorizzato.

  2. Pingback: Uova decorate per antipasto facilissime uova di drago | Arte in Cucina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...