I pensieri del cammello

Ognuno a modo suo

Ieri, approfittando di un attimo di pace e di un sole timido ma splendido, ho potato le rose. Stamani Carlo, il mio vicino di giardino, mi aspettava al varco e dondolando la testa a destra e a sinistra, disse: “Non è ancora ora”. Presto o tardi importa poco, si sa, le rose hanno bisogno d’amore e non chiacchiere. Fioriranno. Spero.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...