Quattro chiacchiere in cucina

Giagh Mahshi (Pollo ripieno di riso)

Oggi, venerdì, è un giorno di mercato, e cosa c’è di meglio di un grembiule e un’antica ricetta della nonna per sentire il sapore di un tempo?

Ingredienti (per due persone che si vogliono bene):

1 pollo abbastanza giovane;

50 gr di mandorle bianche senza la buccia;

40 gr di pinoli;

250 gr di carne trita scelta (bovino adulto);

3 bicchieri di riso basmati;

un po’ di olio di mais (per gli audaci va bene anche olio extravergine);

un pizzico di sale e di pepe.
Un pollo giovane massimo di sei mesi e genuino (è quasi impossibile da trovare, io li fregavo a Carlo prima che comprasse il cane!) Rilassatevi ascoltando Mina o Paolo Conte, se siete invece in compagnia dell’amante va benissimo qualsiasi CD di Gotan Project. Mettere il riso a bagno per dieci minuti; nel frattempo tagliare le mandorle a metà per largo e tostarle con l’olio in una pentola per due-tre minuti. Dopo averle tolte e posate in un piatto fondo, è il momento di tostare i pinoli nella stessa pentola per circa un minuto. Non bisogna distrarsi altrimenti si rischia di bruciare tutto! Togliere i pinoli, con pazienza, e metterli nello stesso piatto delle mandorle.

Far rosolare la carne nello stesso olio e aggiungere sale e pepe a piacere. Al termine anche la carne va posata sui pinoli e sulle mandorle. Il tempo impiegato è di circa dieci minuti. Bene, ora scolare il riso e farlo tostare per tre minuti girando senza mai fermarsi, dopodiché aggiungere acqua fino a ricoprire il riso di un dito e lasciatelo cucinare a fuoco basso. L’ideale è usare lo spargi fiamma. Ogni tanto controllare il suo stato con una forchetta: non deve essere né molle né secco; quando è quasi pronto aggiungere con delicatezza tutto il resto (pinoli, mandorle e carne) e girare pian pianino in senso orario. Lasciare sul fuoco ancora qualche minuto finché il riso prende sapore e fragranza. Nel caso aveste il polletto fregato a Carlo potete riempirlo di riso ovviamente dopo averlo pulito dentro e fuori. Infornare il polletto per circa quarantacinque minuti a 180°. Se il cane di Carlo fosse troppo aggressivo e cautamente decideste di rinunciare al pollo, no problem, potete servire il semplice ripieno come se fosse un primo, quindi versare il tutto in un grande piatto da portata da accompagnare con yogurt naturale. Io uso sempre prodotti Coop, voi fate quello che vi pare, ma vi garantisco che non sarà mai lo stesso!

Et voilà, Bon appettit !

2 thoughts on “Giagh Mahshi (Pollo ripieno di riso)

  1. E’ di sicuro una ricetta da provare. Ma sbaglieremo qualcosa… perchè ripeti carne macinata/trita, ma non precisi che tipo di carne … manzo, pollo, tacchino?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...