1. Le parole sono importanti!

No a tutti i razzismi

Il 21 marzo è stata una bella giornata a Trieste. Niente bora, un solleone, e soprattutto tanta gente in piazza Vittorio Veneto antistante la sede della Provincia per dire no a tutti i razzismi. Una catena umana in contemporanea in 35 città italiane per celebrare la Giornata mondiale contro il razzismo, anniversario della strage di Sharpeville, in Sudafrica del 1960 quando  le forze del ordine spararono sui manifestanti uccidendo 69 cittadini neri in protesta contro l’apartheid.

C’erano le autorità, le associazioni, le scuole e tanta gente che si riconosce nelle letture proposte di Brecht, Cossutta, Pahor e Martin Luther King.

“Stiamo cercando di imparare la lingua italiana per vivere bene insieme e tra di voi,” ha commentato commosso un giovane africano salendo sul palco per portare la propria testimonianza di integrazione.

A tenerlo per mano fisicamente durante il girotondo e metaforicamente da qui in poi, nella consapevolezza che aiutare gli altri vuol dire anzitutto aiutare se stessi, c’erano soprattutto tanti giovani delle scuole italiane e quelle slovene, futuri cittadini di un mondo che ripudia la discriminazione di ogni genere: di età, razza, genere e disabilità.

Annunci

One thought on “No a tutti i razzismi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...