I pensieri del cammello

Disoccupazione e problemi sociali, diamo i numeri

Giuseppe Pellizza da Volpedo. Il quarto stato. olio su tela 245x543cm Milano, Galleria d’arte moderna

Politica economica e Statistica sono stati le mie bestie nere ai tempi dell’università e, inutile dire che sono stato extrafelice di averli superati al primo colpo e con il minimo sindacale, pazienza per la media dei voti. Ho la memoria corta e specialmente coi i numeri, ma ricordo benissimo lo slide numero 37 di Politica economica:

In USA, una crescita di un punto nel tasso di disoccupazione e’ associato con:

• Aumento della violenza domestica e delle persone senza casa

• 920 suicidi

• 650 omicidi

• 4,000 persone vengono ammesse in istituti psichiatrici

• 3,300 persone vengono mandate in prigione

• 37,000 morti

Il governo Monti essendo tecnicamente il primo della classe sa a memoria questi tragici numeri ma può fare poco o niente per fermare l’avanzata del capitalismo selvaggio e che ha come motto: “Al tavolo imbandito della vita non c’è posto per i poveri”.

One thought on “Disoccupazione e problemi sociali, diamo i numeri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...