I pensieri del cammello

Amarcord

Da giovane si vive di sogni, da giovane-adulto invece (ormai non si dice più vecchio) uno vive di ricordi. Un amico di meglio gioventù, così un po’ per ferire, mi ha spedito questa foto della mitica squadra Crin-Team. Sono gli anni del Milan stellare di Sacchi per intenderci. Loro, Gullit, Van Basten & Co., non perdevano una partita nemmeno in allenamento, e noi forti della presenza di uno sponsor internazionale, una macelleria tedesca nei pressi di Monaco di Baviera, ci trovovamo inspiegabilmente sempre sotto di due reti già al terzo minuto di gioco, ma il divertimento, i rigori sbagliati e la cena finale di gruppo comprese mogli e fidanzate erano i nostri tre punti garantiti. Ora, quando penso al calcio di oggigiorno, tra scommesse illecite e partite combinate, mi viene un dubbio: come mai nessuno ci ha mai chiesto di vendere una partita? E dire che non eravamo né onesti né moralisti, anzi, un po’ affamati.

Annunci

One thought on “Amarcord

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...