L'amore ai tempi del Dragone

“L’amore ai tempi del dragone” appunti sparsi sulla vita amorosa degli abitanti della Repubblica Popolare Cinese

1- Puppy Love    

Università degli Studi Stranieri di Pechino

Università degli Studi Stranieri di Pechino

Di Serena De Marchi  

Nel Campus Est dell’Università degli Studi Stranieri di Pechino, oltre agli edifici adibiti a luoghi di studio e per le lezioni, ci sono altrettanti palazzi che fungono da dormitori per i circa 7000 studenti iscritti ogni anno.

Nell’inverno del 2012, io alloggiavo al dormitorio “internazionale”, preposto all’accoglienza degli “overseas students”, un palazzone che con i suoi 17 piani domina su tutto il campus.

Gli altri dormitori, invece, più modesti, ospitano gli studenti cinesi, divisi in base al sesso.

Durante il freddo inverno pechinese fa buio presto, e la sera, dopo cena, quando rientravo al campus, avevo davanti sempre la stessa scena: alcuni ragazzi sono appostati fuori l’entrata dei dormitori femminili, nei quali è vietato loro l’ingresso. Sono tutti stretti nei loro cappotti pesanti, cercando di proteggersi dalle sferzate del vento del nord, e aspettano le rispettive ragazze che escano dal dormitorio per passare qualche minuto insieme dopo la lunga giornata universitaria, ed augurarsi la buonanotte.

Alcuni dei ragazzi a volte recavano in dono mazzi di fiori o orsacchiotti di peluche, e le coppiette infine riunite si scambiavano abbracci e intimità.

"Lover" del fotografo cinese Ji LI

“Lover” del fotografo cinese Ji Li

Mi sembrava una cosa molto tenera, e non nego che tutta la scena oltre a strapparmi un sorriso, mi lasciava anche un tantino d’invidia per le fortunate destinatarie di tutte quelle attenzioni.

Tuttavia, ai miei occhi, queste romanticherie apparivano un tantino infantili, soprattutto se inquadrate in un contesto occidentale e universitario, quindi, tutto sommato, adulto.

Così, con i miei amici cinesi, anzi, soprattutto con le amiche, chiacchieravamo di come fosse diverso essere innamorati in Cina o in Italia, per esempio.

E così ho scoperto che in Cina, ai ragazzi, al liceo, è proibito intraprendere relazioni sentimentali.

La cosa è abbastanza seria: se due “innamorati” vengono scoperti ad uscire insieme, vengono redarguiti dall’insegnante, il quale si trova costretto ad avvisare le famiglie, le quali a loro volta prenderanno i dovuti provvedimenti.

A tal proposito, è bene sapere che i genitori cinesi esercitano un’enorme pressione nei confronti dei loro figli, ed in generale hanno delle altissime aspettative da parte loro per quanto riguarda i successi scolastici. Un eventuale insuccesso, o per l’appunto un’ammonizione da parte di un insegnante, costituisce un fatto gravissimo, che lede l’onore e la dignità non solo dello studente, ma dell’intera famiglia.

Nel 2011 una scuola media di Chengdu[1], nella provincia del Sichuan, ha introdotto delle nuove regole di condotta in classe, per cui la distanza appropriata per due studenti del sesso opposto è stata stabilita essere dagli 80 cm a un metro. Altre normative riguardano il modo di vestire e altri provvedimenti volti ad arginare le possibili relazioni a fini non scolastici tra gli adolescenti cinesi.

-cinesi-scuola-istruzione-121119130008_big

Una scuola media cinese

Insomma, in Cina i ragazzi del liceo devono pensare a studiare, e a niente altro. Il sistema scolastico cinese è così rigido e competitivo (già dalla scuola elementare peraltro) che lo studente non può distrarsi: deve lavorare sodo per ottenere i risultati migliori, così potrà entrare in un’università prestigiosa, laurearsi e trovare un lavoro che gli permetterà di fare “un sacco di soldi”.

Una volta superato il gaokao[2] e una volta entrati all’università, gli studenti possono tirare un sospiro di sollievo. È dunque in questi anni che iniziano ad aprirsi all’altro sesso e a sperimentare le prime cotte e gli innamoramenti.

Ecco allora che questo approccio “infantile” all’altro sesso degli universitari cinesi diventa un po’ più chiaro.

In tutto questo peraltro, le campagne di marketing di vari brand, cinesi e non, si sprecano: non è raro incontrare per strada delle coppie con indosso magliette coordinate, o con un paio identico di cappellini, occhiali o quant’altro.

Il fatto curioso di questi puppy love è che, pur costituendo, tutto sommato, le prime esperienze amorose per gran parte dei cinesi, sono comunque orientate a un certo tipo di impegno, che ha come obiettivo finale il matrimonio. È infatti all’università che molti abitanti della Repubblica Popolare trovano la futura moglie o il futuro marito. E anzi non è raro che un’eventuale rottura con il proprio partner, in questo periodo della vita, possa essere fonte di gravi scompensi psicologici o addirittura, in alcuni casi, tra l’altro in terribile aumento, possa arrivare ad essere uno dei fattori che portano al suicidio.

Ma come si comportano i giovani cinesi quando sono innamorati?

Ormai i tabù che esistevano vent’anni fa sono quasi completamente spariti.

tianliang1

Puppy Love

Perciò oggi spesso capita di incontrare coppiette che passeggiano mano nella mano al parco (con lui che galantemente porta la borsetta di lei), o che si scambiano affettuosità sui mezzi pubblici.

Del resto, come riporta un recente articolo del China Daily[3], anche la generazione adulta (cioè i genitori) sta cambiando atteggiamento verso questo fenomeno: secondo un recente sondaggio, il 52% dei genitori dichiara di non essere contrario al permettere ai liceali cinesi di potersi frequentare con i coetanei dell’altro sesso.

Per il resto, l’amore è amore, in ogni parte del mondo, e chissà che i giovani innamorati cinesi non siano poi così diversi dai loro corrispettivi occidentali in materia di sentimenti: quello che cambia è il tipo di società e i valori che essa trasmette alle giovani generazioni. Ma, a vedere la rapidità delle trasformazioni che si sono succedute negli anni recenti, e come si stia trasformando anche il modo di vivere l’amore e l’innamoramento nella società cinese; data infine l’importanza economica e politica che riveste la Cina oggi, certamente questo tema ritornerà ad essere protagonista nelle analisi sociologiche, e sarà senz’altro interessante esserci per assistere ai suoi sviluppi futuri.


[2]    Il gaokao è il temutissimo esame d’ammissione all’università, dal cui risultato dipende il futuro di ogni studente in Cina, e per il quale ci si prepara a partire dal primo anno delle scuole elementari.

[3]    Potete trovare l’articolo per intero qui: http://www.chinadaily.com.cn/china/2012-04/28/content_15165845.htm

Advertisements

One thought on ““L’amore ai tempi del dragone” appunti sparsi sulla vita amorosa degli abitanti della Repubblica Popolare Cinese

  1. Pingback: L’amore ai tempi del Dragone: Appunti sparsi sulla vita amorosa degli abitanti della Repubblica Popolare Cinese | A.L.M.A.Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...