4. Espressioni

Il Dalai lama ha ragione, ma…

Un contributo di Gentiana Minga per la stanza degli ospiti

Il Dalai Lama ha ragione, la felicità deve essere trovata dentro di noi. Ed io ci provai per un lungo tempo finché un ombra di dubbio si materializzò come un piccolo genio della lampada e mi portò a ricordare che la realtà fuori di noi non è una cometa che ci sfiora in un millesimo di secondo per tornare dopo cento o mille anni.

dalaiLamaLa realtà siamo anche io e te, gli altri, il Tutto e l’Infinito, che scolpiamo man mano quello che dentro di noi è una materia vergine da elaborare. Ma non è forse la realtà, che deve o può se non salvarla almeno conservare la nostra anima, nonché devitalizzarla come un dente marcio? Proseguì intanto a innaffiare scrupolosamente il seme della mia felicità ad ogni far d’alba DENTRO di me, e non perché un buon tibetano me lo aveva consigliato; dai tempi dell’Est da dove vengo io, ce lo consigliavano insegnandoci Confucio e Seneca: “Nessuno di Loro ti costringerà a morire, ma tutti te lo insegneranno”. Ma eccoci qua, a me e altri come me, molto spesso, la quotidianità ingiunge a sminuzzare il nostro piccolo germoglio dell’Albero della Vita.

Basta poco, banalmente poco, ci basta un’ impiegata dell’ anagrafe, che appena sfoglia i documenti e rileva che sei “una diversa” (cioè straniera) immediatamente ti da del tu, anche se le regole dell’etica richiederebbero un accordo gentile tra entrambi per definire le confidenze, e per definire queste ultime serve più tempo di un attesa logorroica in fila per un semplice timbro.

Basta un tuo connazionale che ti evita terrorizzato giacche gli puoi “pigliare” il suo castello di fortuna creatosi con tanta dedizione e zelo verso le persone chiavi del suo destino. Basta scoprire la tua genuina e ridicola credenza che tutte le associazioni in nome degli immigrati lavorino per gli immigrati, tutti i sindacati per i lavoratori, lo stato per l’operaio, il deputato per l’elettore, e così via. Ancora ti illudi che in maggioranza l’ essere umano aiuti il suo simile, il padre i figli degli altri padri come se fossero i suoi. Tutto sommato, è facile profetizzare la felicità come un cantiere dentro di noi, ma praticamente si rivela irraggiungibile poiché il Sé non è un elemento staccato e tutelato dall’ esterno decisamente e progressivamente malvagio che impone la modificazione di quest’ultimo. Perciò come in un circolo vizioso il sottomesso, il diverso, lo straniero, il diversamente abile, l’onesto (le minoranze morali), i clochard, i violentati di corpo e d’ anima perderanno le battaglie con la realtà che divora loro le piccole felicità dalla nascita.

Detto esplicitamente, in un universo dove tutto si relaziona con tutto, eternamente e continuamente, come è possibile che un anima sola ricrei la sua felicità, mentre un megasistema oramai distruttivo la dissolve? Non è che cercando di farcela da soli evitiamo di usare i bisturi li dove si nasconde il male più profondo, il meccanismo che nutre una società maledettamente fallita? Eppure compongo la mia felicità ad ogni sbocco di aurora, anche se ogni giorno milioni di persone moriranno di fame, altri annegheranno scappando dalle guerre e dalle disgrazie, anche se i diritti umani verranno trattati come fazzoletti di carta profumati di vaniglia da quelli che spalleggiano gli assassini della giustizia. Accenderò per poi spegnere perpetuamente la mia lucciola dell’ anima prima che diventi un faro pronto a relazionarsi con altri fari, come il telo di Penelope, sperando che un giorno, un preciso giorno Ulisse tornerà.

Annunci

2 thoughts on “Il Dalai lama ha ragione, ma…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...