Makode Aj Linde, ovvero un groviglio da districare.
1. Le parole sono importanti!

Makode Aj Linde, ovvero un groviglio da districare.

*il titolo del post riprende il sottotitolo del volume appena uscito Femministe a parole. Grovigli da districare a cura di Sabrina Marchetti, Jamila M.H Mascat e Vincenza Perilli (Ediesse) Una piccola necessaria Introduzione al Minstrel show (per capire poi al meglio Makode Aj Linde) I minstrel show erano spettacoli teatrali che si erano diffusi negli Stati Uniti a … Continua a leggere

Mare Chiuso
3. Specchio

Mare Chiuso

La corte europea dei diritti umani di Strasburgo ha recentemente condannato l’Italia per i respingimenti verso la Libia. L’Italia ha violato l’articolo 3 della convenzione sui diritti umani, quello sui trattamenti degradanti e la tortura. Ma come di fatto avvenivano questi respingimenti? Chi è stato sottoposto a questa pratica degradante? E in Italia l’opinione pubblica ha … Continua a leggere

Pensa prima di parlare…
1. Le parole sono importanti!

Pensa prima di parlare…

Pensa prima di parlare  questo è il classico consiglio della nonna. Pensa prima di parlare è anche il motto di una campagna statunitense (2011) contro il bullismo e la discriminazione di cui sono spesso vittime i giovani Lgbt. Jared Dudley e Grant Hill due dei migliori cestisti del Phoenix Suns hanno sostenuto questa campagna coinvolgendo altri … Continua a leggere

Topolino va in Abissinia
2. Memorando

Topolino va in Abissinia

In preparazione della giornata della memoria. Ricordiamoci anche dei crimini commessi dal Colonialismo italiano Il compositore di Topolino va in Abissinia era un certo Fernando Crivelli, nome d’arte Crivel, uno che per tutto il ventennio fascista alternò canzoni di propaganda a canzoni di intrattenimento. Il motivetto di Crivel faceva parte di una lista copiosa di … Continua a leggere

Donne (migranti) è arrivato il fondotinta. Per i diritti invece…
1. Le parole sono importanti!

Donne (migranti) è arrivato il fondotinta. Per i diritti invece…

L’Italia è un paese multietnico. Ora è ufficiale! Chi l’ha detto? Di certo non Calderoli che preferisce non sapere certe cosacce brutte brutte, non adatte alle sue “innocue” orecchie padane. E non l’ha detto nemmeno il solito Presidente Napolitano che sembra l’unico a tirare in ballo lo scomodo argomento dell’immigrazione (scomodo sia a destra che … Continua a leggere

Essere qualcun altro. Ebrei postmoderni e postcoloniali.
3. Specchio

Essere qualcun altro. Ebrei postmoderni e postcoloniali.

Oakland anno ebraico 5763 (Autunno del 2002) Shaul Bassi professore alla Ca’ Foscari di Venezia viene invitato da due suoi amici, professori come lui, a passare una delle più importanti festività ebraiche, lo Yom Kippur, il giorno dell’espiazione, ad Oakland in California. Gli amici di Shaul fanno parte di Kehilla, una delle più importanti congregazioni … Continua a leggere