Report dall’Interregno nel giorno della sepoltura di Giulio Regeni
1. Le parole sono importanti!

Report dall’Interregno nel giorno della sepoltura di Giulio Regeni

Di Pina Piccolo Oggi, 12 febbraio è difficile non attribuire il grigiore atmosferico ad un’antropogenica tristezza per il fatto che il corpo martoriato di Giulio Regeni sarà sepolto, cioè diviso definitivamente dalla comunità dei vivi. E’ una separazione che fa male perché equivale anche ad ammettere la perdita di un giovane che aveva saputo tenere … Continua a leggere

Nell’immagine dell’immobilità
4. Espressioni

Nell’immagine dell’immobilità

Di Nina Sadeghi Nell’immagine dell’immobilità tremano respiri arsi della poetessa assediata dal penetrante flusso della vita con i seni gonfi di intimi baci e i capelli inquieti lasciati alle torbide acque incurante della limpidezza dell’immagine immobile nello specchio. La poetessa è tornata come un sogno che sfugge dal controllo ed io l’ho incontrata nel mio … Continua a leggere

Ucraina: lezioni di coraggio e dignità
1. Le parole sono importanti!/Varie

Ucraina: lezioni di coraggio e dignità

Il governo ucraino spende tanti sforzi per reclutare volontari da mandare a fare la guerra nel Nord-est contro le regioni dette separatiste. Spot alla televisione, come questo qui sotto, dove si usa un umorismo maschilista di dubbia qualità per degli obiettivi ancora più sospetti. Nel secondo video, siamo a Zaporojie, una città media a Sudest … Continua a leggere

Avviso alle sponde: il ghiaccio
4. Espressioni

Avviso alle sponde: il ghiaccio

Di Pina Piccolo. A ottobre del 2013 l’avviso alle sponde di quella entità fantasmagorica, propaggine occidentale d’Asia, chiamata Europa arrivò con il fuoco. Per rendere visibile il vascello fantasma – ignorato dai pescherecci ché sarebbero potuti essere guai per chi soccorreva- qualcuno a bordo aveva pensato di dare fuoco a una coperta. Da lì il … Continua a leggere

Franco-Algerini???
1. Le parole sono importanti!

Franco-Algerini???

Di Bahia Hakiki Franco-algerini…Franco-algerini…. queste due parole risuonano nella mia mente come un tamburo da qualche giorno e qualche cosa non mi torna. Perché i giornalisti all’unanimità hanno deciso di chiamare questi criminali “Franco-algerini”? E’ la prima volta a mia conoscenza che i media usano questa definizione….. Come mai? Questi uomini non erano nati a … Continua a leggere

Qui
4. Espressioni

Qui

Qui, Il  pensiero crolla davanti alle  immagini che perforano il cuore della parola, l’istante della resa del silenzio nelle polveri virili dell’odio e l’urlo dei cadaveri sanguinanti che scrollano gli occhi, E ancora qui, la rivoluzione delle parole cristallizzate sugli schermi freddi per trovare il giusto spazio poiché tra le dita della poetessa le lettere … Continua a leggere

L’amore ai tempi del dragone  (e altre storie un po’ meno sentimentali): Appunti sparsi sulla vita degli abitanti della Repubblica Popolare Cinese
L'amore ai tempi del Dragone

L’amore ai tempi del dragone (e altre storie un po’ meno sentimentali): Appunti sparsi sulla vita degli abitanti della Repubblica Popolare Cinese

Puntata 6: Dead men talking Di Serena De Marchi Tra il 2006 e il 2012 la televisione dello Henan (una provincia della Cina centrale che conta circa 100 milioni di abitanti) ha mandato in onda un programma decisamente originale: Interviste prima dell’esecuzione, nel corso delle quali la conduttrice, Ding Yu, ha parlato complessivamente con più … Continua a leggere

La storia di Elodie, rifugiata in Uganda. Tra dolore e resilienza
2. Memorando

La storia di Elodie, rifugiata in Uganda. Tra dolore e resilienza

di Miriam D’Elia Vi parlo di Elodie (1). Vi parlo di lei perché la sua voce non viene udita. Forse perché troppo modesta o insignificante, la sua voce. Elodie ha quarantacinque anni, ma il tempo sembra non passare per lei. Nessuna ruga, nessun segno dell’età che avanza. Solo due occhi enormi che aspettano di vedere … Continua a leggere

La società cinese messa in rima: l’hip hop a Shanghai
4. Espressioni

La società cinese messa in rima: l’hip hop a Shanghai

Di Fabio Nalin La Cina della globalizzazione ha visto l’arrivo di nuove tendenze, tra queste c’è anche l’hip hop. Qui a Shanghai ho avuto modo di conoscere alcuni artisti di hip hop underground, e parlando con loro ho cercato di capire cosa significasse essere un rapper in Cina. La corsa all’arricchimento “Mi piacerebbe essere un rapper a tempo … Continua a leggere