Report dall’Interregno nel giorno della sepoltura di Giulio Regeni
1. Le parole sono importanti!

Report dall’Interregno nel giorno della sepoltura di Giulio Regeni

Di Pina Piccolo Oggi, 12 febbraio è difficile non attribuire il grigiore atmosferico ad un’antropogenica tristezza per il fatto che il corpo martoriato di Giulio Regeni sarà sepolto, cioè diviso definitivamente dalla comunità dei vivi. E’ una separazione che fa male perché equivale anche ad ammettere la perdita di un giovane che aveva saputo tenere … Continua a leggere

Amici degli stranieri, ma…
1. Le parole sono importanti!

Amici degli stranieri, ma…

Di Gentiana Minga E mettiti gli occhiali di John Nada, cara amica. E’ una vera maledizione vivere sempre tesi con il timore che, da qualche parte qualcosa andasse male per la tua noncuranza . È complicato e fastidioso preavvisare in situazioni che a prima vista abbagliano di benevolenza sociale e di cooperazione disinteressata, una nitida, … Continua a leggere

Avviso alle sponde: il ghiaccio
4. Espressioni

Avviso alle sponde: il ghiaccio

Di Pina Piccolo. A ottobre del 2013 l’avviso alle sponde di quella entità fantasmagorica, propaggine occidentale d’Asia, chiamata Europa arrivò con il fuoco. Per rendere visibile il vascello fantasma – ignorato dai pescherecci ché sarebbero potuti essere guai per chi soccorreva- qualcuno a bordo aveva pensato di dare fuoco a una coperta. Da lì il … Continua a leggere

Franco-Algerini???
1. Le parole sono importanti!

Franco-Algerini???

Di Bahia Hakiki Franco-algerini…Franco-algerini…. queste due parole risuonano nella mia mente come un tamburo da qualche giorno e qualche cosa non mi torna. Perché i giornalisti all’unanimità hanno deciso di chiamare questi criminali “Franco-algerini”? E’ la prima volta a mia conoscenza che i media usano questa definizione….. Come mai? Questi uomini non erano nati a … Continua a leggere

Nuovi cittadini 9: Yakuba e Ismail
I nuovi cittadini

Nuovi cittadini 9: Yakuba e Ismail

Yakuba e Ismail hanno ottenuto la protezione umanitaria. Hanno finalmente un documento che permetterà loro di circolare “liberamente”, di cercare un lavoro, una casa, di esistere sostanzialmente. Per tre anni avranno un pezzo di carta, nient’altro. Una volta ottenuto, usciranno dal centro che li accoglie e dovranno cavarsela da soli dopo essere stati per mesi … Continua a leggere

Nuovi cittadini 4: Giorgio Scerbanenco
I nuovi cittadini

Nuovi cittadini 4: Giorgio Scerbanenco

Il 2011 è stato il centenario della nascita del grande scrittore Giorgio Scerbanenco, originariamente Volodymir-Giorgio Šerbanenko. Ha molti primati Scerbanenco. È tra i primi scrittori di gialli in senso moderno, dove non sono più le elucubrazioni dello scrittore che appaiono sulle pagine del libro, ma è la città e i suoi personaggi che vengono rappresentati, … Continua a leggere

Cinesi? E se ascoltassimo invece di parlarne?
1. Le parole sono importanti!

Cinesi? E se ascoltassimo invece di parlarne?

Di Fabio Nalin Cina. Una parola che evoca per molti diffidenza, fastidio, a volte rabbia e ostilità, un Paese il cui nome è tradotto letteralmente con un quasi tolkeniano “Regno di Mezzo”, e che effettivamente per alcuni rappresenta una specie di Regno di Mordor, una landa temibile ed oscura da collocare in un lontano e … Continua a leggere

Il non razzismo facile. E la facile immaginazione.
1. Le parole sono importanti!

Il non razzismo facile. E la facile immaginazione.

Di Elisabetta Libanore Sappiamo bene ormai che i vari social network, in primis l’amato facebook, sono un adorabile palcoscenico per – paradossalmente – esibirsi senza esporsi, dal momento che permettono di postare e commentare e discutere di qualsiasi argomento senza doverlo per forza approfondire e – ahimè – talvolta senza neanche conoscerlo. Ma veniamo al … Continua a leggere

Operazione Mare Nostrum: il danno collaterale
Vite infrante sulle muraglie della fortezza Europa

Operazione Mare Nostrum: il danno collaterale

Leggendo delle numerose “fregate” che l’operazione Mare Nostrum impiegherà per pattugliare meglio il canale di Sicilia mi è venuto spontaneo associare fregate a fregature. Non so se sarà o meno una fregatura, ma l’idea di qualcosa di sopra le righe, di trombonesco e in definitiva di sola mi è rimasta. Quest’armata brancaleone, infatti, che perlustra … Continua a leggere

Una fiction per togliere le “Fette di salame”
5. Letture d'altrove

Una fiction per togliere le “Fette di salame”

Forse follia. O forse coraggio. Agli spettatori l’ardua sentenza riguardo alla fiction Fette di salame promossa da Surus, l’associazione non profit piacentina che vuol salvare una valle, una comunità, un’integrazione tra popoli. La valle, quella piacentina, del Trebbia, soprattutto, ma anche le altre, perché soffre di silenzio, aggrappata al suo glorioso passato quando Hemingway la presentava come una … Continua a leggere