Report dall’Interregno nel giorno della sepoltura di Giulio Regeni
1. Le parole sono importanti!

Report dall’Interregno nel giorno della sepoltura di Giulio Regeni

Di Pina Piccolo Oggi, 12 febbraio è difficile non attribuire il grigiore atmosferico ad un’antropogenica tristezza per il fatto che il corpo martoriato di Giulio Regeni sarà sepolto, cioè diviso definitivamente dalla comunità dei vivi. E’ una separazione che fa male perché equivale anche ad ammettere la perdita di un giovane che aveva saputo tenere … Continua a leggere

Amici degli stranieri, ma…
1. Le parole sono importanti!

Amici degli stranieri, ma…

Di Gentiana Minga E mettiti gli occhiali di John Nada, cara amica. E’ una vera maledizione vivere sempre tesi con il timore che, da qualche parte qualcosa andasse male per la tua noncuranza . È complicato e fastidioso preavvisare in situazioni che a prima vista abbagliano di benevolenza sociale e di cooperazione disinteressata, una nitida, … Continua a leggere

Avviso alle sponde: il ghiaccio
4. Espressioni

Avviso alle sponde: il ghiaccio

Di Pina Piccolo. A ottobre del 2013 l’avviso alle sponde di quella entità fantasmagorica, propaggine occidentale d’Asia, chiamata Europa arrivò con il fuoco. Per rendere visibile il vascello fantasma – ignorato dai pescherecci ché sarebbero potuti essere guai per chi soccorreva- qualcuno a bordo aveva pensato di dare fuoco a una coperta. Da lì il … Continua a leggere

Franco-Algerini???
1. Le parole sono importanti!

Franco-Algerini???

Di Bahia Hakiki Franco-algerini…Franco-algerini…. queste due parole risuonano nella mia mente come un tamburo da qualche giorno e qualche cosa non mi torna. Perché i giornalisti all’unanimità hanno deciso di chiamare questi criminali “Franco-algerini”? E’ la prima volta a mia conoscenza che i media usano questa definizione….. Come mai? Questi uomini non erano nati a … Continua a leggere

Nuovi cittadini 8: Greta
I nuovi cittadini

Nuovi cittadini 8: Greta

Greta ha sedici anni e frequenta la terza media in una scuola della periferia romana. Greta è rumena, come quasi il 19% degli alunni stranieri presenti nella scuola italiana. Gli alunni di cittadinanza non italiana secondo il MIUR, Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, nell’anno scolastico 2011/2012 erano il 9% della popolazione scolastica dell’obbligo, pari … Continua a leggere

La storia di Elodie, rifugiata in Uganda. Tra dolore e resilienza
2. Memorando

La storia di Elodie, rifugiata in Uganda. Tra dolore e resilienza

di Miriam D’Elia Vi parlo di Elodie (1). Vi parlo di lei perché la sua voce non viene udita. Forse perché troppo modesta o insignificante, la sua voce. Elodie ha quarantacinque anni, ma il tempo sembra non passare per lei. Nessuna ruga, nessun segno dell’età che avanza. Solo due occhi enormi che aspettano di vedere … Continua a leggere

Vite infrante sulle muraglie della fortezza Europa

Una storia europea: genesi del sorriso sardonico di Guy Fawkes

Di Pina Picolo E il candido Torello genuflesso La trafugò, gentile donzella Chinata ad accarezzare il muso Del mansueto animale Figlia di Teti e di Oceano Sorella di Asia, nipote di Libia A nulla servirono urla accorate A nulla valsero gesti Febbrili invocanti aiuto Veloce come il lampo Scivolando sulle onde Del mare di mezzo … Continua a leggere

Vite infrante sulle muraglie della fortezza Europa

Mediterraneo 2011: Terzo capo d’accusa

Di Pina Picolo Per onorare i 16.000 esemplari di homo migrans annegati nel Mediterraneo dall’inizio del secondo millennio dell’epoca comune Per noi non si mossero elicotteri dalle eliche schiamazzanti a lanciarci una fune d’argento, né invisibili aerei senza pilota a calarci la scala di Giacobbe Per noi non si scomodò il Buraq dalle grandi ali … Continua a leggere

E’ una chiglia fradicia di sogni
Vite infrante sulle muraglie della fortezza Europa

E’ una chiglia fradicia di sogni

Un contributo di Andrea Cavaliere E’ una chiglia fradicia di sogni a spezzare questo spaventoso muro scuro fra preghiere sputate al cielo sussurrate in vuote grida.   Un caronte Libico profana questo mare nostrum di nessuno calpestando onde pennellate di schiuma fra i margini trasparenti di un sentiero cobalto.   Sudori di accenti diversi si … Continua a leggere

Vite infrante sulle muraglie della fortezza Europa

Mediterraneo 2008: primo capo d’accusa

Di Pina Piccolo Mare Nostrum Che ricopri la terra Sia vituperato il nome tuo Non venga il tuo regno E non sia fatta la tua volontà. Muraglia acquitrinolenta Da portaerei e petroliere gravata Solcata da carrette inzavvorrate di esistenze illecite Non più di mendaci eroi Misterioso ammaliante freno. Nel tuo grembo vorticoso avviluppi Getachew, novantunesimo … Continua a leggere

La lezione del vucumprà
1. Le parole sono importanti!

La lezione del vucumprà

Non mi piace riprendere i tormentoni stra-raccontati dalla stampa mainstream. E la storia di Rachid è stata per giorni un tormentone. L’hanno raccontata tutti, giornali, radio e tivu. Lo ha ricevuto e complimentato anche l’altra cenerentola preferita della stampa italiana: la ministra Kyenge. Ma questa, questa volta, la voglio proprio commentare. L’ultima azione di questo … Continua a leggere

Malih di pancia

Forza Italia, vive la France

L’espulsione dalla Francia di Leonarda ha causato un’energica reazione da parte dei giovani cugini d’oltrape. Si stenta a credere a una sollevazione di un’intera generazione di francesi per una vicenda simile. La vicenda infatti non è altro che l’espulsione di una ragazzina “Kosovara” ( nata e cresciuta in Italia) dalla Francia. Per una simile questione, … Continua a leggere