4. Espressioni

Una stanza pesante

Di Nina Sadeghi

Corda. Foto Vincepal

Corda. Foto Vincepal

La corda stringe

gli istanti lineari della stanza,
con i muri stanchi,
sono sussurri goliardici di un inutile.
Il privilegio della passione del pensiero,
per il legame tra l’angoscia e il bacio,
tra l’umano e il sublime,
travalica il confine.
Fedele al paradosso,
come molte parole nude,
e infedele alla sintesi,
creo nella stanza,
come un Dio nascosto,
il volto dell’altro.
Nel tempo lineare,
negli istanti tristi tra le mura,
l’inumano desiderio del bacio,
inteso come forza ribelle delle labbra,
nella malinconia,
nella depressione,
è l’unica sopravvivenza,
è l’unica dialettica
per giocare,
sognare,
desiderare.
Nina.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...