Ultimi articoli
Tempesta di maggio
2. Memorando

Tempesta di maggio

È la fine di maggio. Piove, fa freddo, è buio a mezzogiorno. Dove sono, a Londra? A San Pietroburgo? No, sono sempre a Verona, ma il mondo si è rovesciato. Si sta rovesciando nella tomba anche Franz Kafka, che molte cose aveva previsto e descritto nella sua mente visionaria. Ci aveva avvertiti. Non ha potuto … Continua a leggere

Scrivere è l’arma non violenta per fermare chiunque semina l’odio  Un medico ricorda il genocidio in Ruanda
2. Memorando

Scrivere è l’arma non violenta per fermare chiunque semina l’odio Un medico ricorda il genocidio in Ruanda

Valentina Mmaka in conversazione con Gaddo Flego Henri Bergson diceva che la memoria è la nostra coscienza. Un milione di Vite di Gaddo Flego ha sicuramente il potere di risvegliare la coscienza di milioni di persone che nel 1994 hanno assistito a uno dei più feroci genocidi degli ultimi 50 anni, quello rwandese. Edito da Terre di … Continua a leggere

Varie

Tutta colpa dei vucumprà!

Originally posted on Divagazioni:
Una amica posta su Facebook una riflessione in cui confronta le affermazioni razziste di «una donna di mezza età che in perfetto dialetto veneto mi sputa addosso quanto le città italiane siano diventate invivibili a causa degli immigrati …» e la storia di un giovane “Vucumprà” da spiaggia, come vengono chiamati…

Algeria, scontri sanguinosi a Ghardaia, 25 morti
Varie

Algeria, scontri sanguinosi a Ghardaia, 25 morti

Originally posted on Divagazioni:
La valle del Mzab paga di nuovo la fattura della decomposizione del regime algerino Questi ultimi giorni gli scontri intercomunitari nella città di Ghardaia, nel Centro-Sud dell’Algeria hanno raggiunto livelli altissimi di violenza, provocando decine di morti. Le tensioni tra Mosabiti (berberofoni, musulmani ibaditi) e i Scianba (beduini arabofoni, musulmani sunniti)…

Io lavoro all’Isola dei fiori
1. Le parole sono importanti!

Io lavoro all’Isola dei fiori

Una cinquantina di lettere di motivazione e curriculum inviati, in inglese ed in francese. Una cinquantina soltanto da quando hai iniziato a conteggiarli, classificarli, archiviarli. Le risposte ricevute si contano sulle dita di una mano. Ovviamente tutte negative, e per la maggior risposte standardizzate, Risposte standardizzate per candidature standardizzate inviate da persone standardizzate. Continua a leggere

Nell’immagine dell’immobilità
4. Espressioni

Nell’immagine dell’immobilità

Di Nina Sadeghi Nell’immagine dell’immobilità tremano respiri arsi della poetessa assediata dal penetrante flusso della vita con i seni gonfi di intimi baci e i capelli inquieti lasciati alle torbide acque incurante della limpidezza dell’immagine immobile nello specchio. La poetessa è tornata come un sogno che sfugge dal controllo ed io l’ho incontrata nel mio … Continua a leggere

Ucraina: lezioni di coraggio e dignità
1. Le parole sono importanti!/Varie

Ucraina: lezioni di coraggio e dignità

Il governo ucraino spende tanti sforzi per reclutare volontari da mandare a fare la guerra nel Nord-est contro le regioni dette separatiste. Spot alla televisione, come questo qui sotto, dove si usa un umorismo maschilista di dubbia qualità per degli obiettivi ancora più sospetti. Nel secondo video, siamo a Zaporojie, una città media a Sudest … Continua a leggere

Amici degli stranieri, ma…
1. Le parole sono importanti!

Amici degli stranieri, ma…

Di Gentiana Minga E mettiti gli occhiali di John Nada, cara amica. E’ una vera maledizione vivere sempre tesi con il timore che, da qualche parte qualcosa andasse male per la tua noncuranza . È complicato e fastidioso preavvisare in situazioni che a prima vista abbagliano di benevolenza sociale e di cooperazione disinteressata, una nitida, … Continua a leggere